Accordo scientifico tra il Centro Aktis e SMC Servicio Medico Cubano

0
537
views

Napoli – L’Avana. Una nuova speranza nel campo oncologico

Si è conclusa positivamente  una settimana di intenso lavoro nella  quale l’Istituto di Cooperazione e Sviluppo Italia Cuba ha accompagnato la delegazione del prestigioso Centro Oncologico Aktis nella visita alle più importanti realtà medico-scientifiche cubane

Una missione organizzata meticolosamente dall’Ambasciatore di Cuba in Italia José Carlos Rodríguez Ruiz, dal Consigliere Scientifico Jorge Alfonzo e dal Vice Governatore de La Habana Luis Carlos Gòngora, che ha visto l’attenta supervisione di Mirtha Granda Averhoff, prossima ambasciatora di Cuba in Italia 

In soli cinque giorni si sono svolti proficui incontri presso i più importanti centri di ricerca cubani e le cliniche specialistiche de L’Avana.

Al termine dei lavori è stato sottoscritto un importante  accordo di collaborazione tra il Centro Oncologico Aktis – rappresentato dall’amministratore unico Valerio Scoppa– e il SMC Servizio Medico Cubano – rappresentato dalla presidente Yamila Desarmas Águila e sono state poste le basi di uno strategico  accordo scientifico con BioCubaFarma – la più importante società cubana che raggruppa 32 industrie farmaceutiche e biotecnologiche del Paese, con più di 20.000 lavoratori, e un totale di 61 stabilimenti produttivi. Una realtà imponente che ha al suo attivo 700 farmaci registrati e commercializzati in 53 paesi.

Durante l’ultima visita svoltasi all’importante Centro di Ingegneria Genetica e di Biotecnologia – CIGB –  la delegazione italiana composta dal presidente del nostro Istituto Alessandro Senatore, dall’amministratore Unico del Centro Aktis – Valerio Scoppa e da Maurizio Scoppa, Alessandro Totaro e Alessandro Di Costanzo, ha apprezzato l’altissimo livello scientifico raggiunto dai cubani nella produzione dei farmaci. Valerio Scoppa ha manifestato la sua disponibilità a mettere a disposizione della ricerca oncologica cubana le apparecchiature medico scientifiche di ultima generazione di cui il Centro Aktis è dotato  La delegazione cubana guidata dal Vicedirettore Yassel Ramos Gòmez, nell’apprezzare l’altissimo livello tecnico del Centro, ha espresso la sua volontà di realizzare una collaborazione scientifica i cui contenuti verranno stabiliti nei prossimi giorni sulla base di uno scambio di informazioni scientifiche che verrano esaminate dagli oncologi dei due Paesi.

Una collaborazione proficua, tra centri di eccellenza, che avrà un sicuro impatto positivo per la  ricerca scientifica e  favorirà gli studi di ricerca per pazienti oncologici che hanno ricevuto a Cuba i primi cicli di terapia farmacologica e riceveranno presto, nella struttura napoletana, le cure radiologiche con le moderne tecnologie di cui il Centro Aktis dispone.

Un ringraziamento particolare va Michele Curto, presidente dell’Aicec – che ha seguito le ultime fasi degli incontri.