Cuba , una grande opportunità per le imprese. Agevolazioni per gli imprenditori

0
395
views

NNella prima settimana di marzo l’Avana accoglierà una delegazione di imprenditori campani, interessati a stabilire relazioni commerciali con Cuba. Si tratta di società che operano in settori di alta specializzazione quali quelli del trattamento dei  rifiuti, telefonia, farmaceutico, energia eolica e solare, sistemi di irrigazione,  oltre ai più tradizionali settori della  ristrutturazione di complessi turistici e della costruzione di capannoni industriali . Una missione che nasce dall’inarrestabile fermento frutto del recente disgelo tra i presidenti Obama e Raul Castro che segna una svolta epocale nelle relazione tra questi due Paesi., sebbene non abbia ancora portato all’eliminazione dell’embargo imposto dagli Stati Uniti al popolo cubano, essendo questa decisione di competenza del Congresso nordamericano e non del Presidente.

 La scelta delle imprese è stata curata dall’Istituto di Cooperazione e Sviluppo Italia Cuba, che nel selezionare le società che l’hanno  contattato ha individuato quelle che operano nei settori prioritari per Cuba e presentano i requisiti  necessari per l’internazionalizzazione quali il possesso di tecnologie avanzate e di capitali da  investire. La partenza di queste aziende a marzo, anticiperà di pochi mesi un’altra missione che si svolgerà presumibilmente nel mese di maggio e per la quale sono già in corso contatti con diverse imprese e con il mondo universitario. Le importanti riforme volute dal governo cubano nel campo economico, la realizzazione della ZED ( Zona Especial de Desarollo) nella baia di Mariel a pochi chilometri dall’Avana, che consente agli imprenditori di avere molte agevolazioni, la previsione di accordi di produzione cooperata che consentono l’esportazioni di merci nei paesi dell’America Latina senza il pagamento di dazi doganali sono solo alcuni dei vantaggi di cui le aziende campane possono disporre. In un momento storico nel quale la più grande isola delle Antille sta tornando ad assumere un ruolo di fondamentale importanza per lo scambio delle merci tra l’Europa e l’America Latina, le aziende italiane commetterebbero un grave errore nel non cogliere le opportunità concrete che il governo cubano offre.

Alessandro Senatore Presidente dell’Istituto di Cooperazione e Sviluppo Italia Cuba